CAMPI DI AVIAZIONE ITALIANI - CASTENEDOLO (BS)

Si trovava nel territorio del comune di Montichiari, lungo la provinciale per Mantova. AssumerÓ quest'ultima denominazione dal 18 ottobre 1918. Il campo apparve sulla scena nella primavera del 1916 con una sezione della 46^ Squadriglia da ricognizione. Il campo, di forma triangolare occupava il terreno compreso tra la provinciale per Mantova e la strada che portava a Viadana. L'area del campo Ŕ oggi in parte occupata dall'aeroporto di Montichiari.Disponeva di tre hangar prefabbricati tipo Bessoneau e altrettanti in muratura disposti lungo il lato meridionale. Il personale di truppa aveva alloggio all'interno del campo di volo mentre gli ufficiali dapprima furono ospitati presso una villa situata lungo la strada per Montichiari, poi presso la Fascia d'Oro. Al 1 maggio 1916 si trova schierata sul campo la 46^ squadriglia Caudron. Nel luglio del 1917 si dispone lo scioglimento della squadriglia. Il 30 agosto si trasferisce a Castenedolo, da Ghedi, la 72^ Squadriglia Caccia, che poco dopo, il 20 settembre si trasforma nella 120^ Squadriglia. Una nuova 72^ viene formata sul campo di Castenedolo il 22 ottobre 1917 e vi rimarrÓ, tranne brevi pause per partecipare alla battaglia del Solstizio e all'offensiva finale fino al termine delle ostilitÓ. Al 1 ottobre 1917 si trova sul campo anche la 37^ squadriglia equipaggiata con velivoli S.P.2 e S.P.3. Il mese successivo arriv˛ la 1^ Sezione della 134^. Al primo marzo 1918 ci sono schierate le squadriglie 37^, 62^, 72, 120^, la 2^ sezione SVA e una sezione Difesa.

 

LAT: 45░ 26' 12" N
LON: 10░ 19' 31" E
ALT: 199 m