Il Fronte del Cielo - Personale Navigante - Aviatori provenienti dall'estero

 

 
Grado Nome e Cognome Reparto Nazione Provenienza Cad.
           
Tenente pilota Avet Flaminio 70^ Squadriglia Francia  
           
Sergente pilota Baldisseri Francesco 131^ Squadriglia Brasile  
           
Sergente mitragl. Bianchetti Massimo 8^ Squadriglia Francia  
           
Sergente pilota Bocca Ermenegildo 78^ Squadriglia Argentina  
           
Sergente pilota Capo Raffaele 74^ Squadriglia Argentina  
           
Sergente pilota Contò Giovanni 73^ Squadriglia Grecia  
           
Aspir. pilota De Anna Roberto 27^ Squadriglia Messico  
           
Sergente pilota Dell'Oro Arturo 83^ Squadriglia Cile
           
Caporale pilota Di Gallo Giuseppe 133^ Squadriglia Svizzera
           
Soldato mitragl. Ducci Enrico 10^ Squadriglia Francia  
           
Sottotenente pilota Giampietro Renato 257^ Squadriglia Regno Unito
           
Sottotenente pilota Giunchedi Edgardo 272^ Squadriglia Francia
           
Tenente pilota Guerra Italo/De Paoli Carlo 61^ Squadriglia Paraguay  
           
Tenente Osservatore Laghini Ribelle Raffaele 57^ Squadriglia Egitto  
           
Soldato mitragl. Leggero Andrea 14^ Squadriglia Principato di Monaco
           
Tenente Osservatore Lucchesi Vezio 48^ Squadriglia Egitto  
           
Capitano pilota Mondelli Domenico 10^ Squadriglia Etiopia  
           
Tenente pilota Nannini Dante 3^ Sezione SVA Guatemala
           
Sergente pilota Olivero Edoardo 91^ Squadriglia Argentina  
           
Capitano pilota Peraglie Cesare 13^ Squadriglia Turchia  
           
Sergente pilota Piccin Antonio 29^ Squadriglia Belgio  
           
Sergente pilota Poli Giulio 82^ Squadriglia Svizzera  
           
Sergente pilota Polledri Amedeo Taliedo Francia
           
Sergente pilota Rennella Cosimo 78^ Squadriglia Equador  
           
Capitano pilota Riva Antonio 90^ Squadriglia Cina  
           
Tenente pilota Sarti Giuseppe 87^ Squadriglia Spagna  
           
Tenente Osservatore Simonini Raoul 120^ Squadriglia Argentina  
           
Serg. Magg. pilota Sozzini Alfredo 81^ Squadriglia Francia  
           
Sergente pilota Vajra Adolfo 112^ Squadriglia Principato di Monaco  
           
Tenente Osservatore Vallarino Raffaele 1^ Squadriglia S.A. Uruguay  
           
           

ELENCO NON COMPLETO. CLICCANDO SUI GONFALONI CITTADINI SI APRE UNA BREVE BIOGRAFIA. FONTI: BOLLETTINO UFFICIALE DELLE
NOMINE, PROMOZIONI ..., I REPARTI DELL'AVIAZIONE ITALIANA di P. VARRIALE, ALBO D'ORO CADUTI, NASTRO AZZURRO DECORATI, ECC.

Umbria

Scuole

WWW.QUELLIDEL72.IT

RAFFAELE VALLARINO

Tenente degli alpini osservatore di aeroplano presso la 7^ Squadriglia Caproni nato a Montevideo (Uruguay). Medaglia di Bronzo al Valor Militare: Osservatore d'aeroplano dotato di grande capacità, di alto sentimento del dovere, di profonde e sicure cognizioni circa il preciso orientamento in volo, eseguiva numerosi bombardarventi sia di giorno, sia di notte. In condizioni atmosferiche avverse sapeva con calma e perizia condurre sempre l'equipaggio sugli obbiettivi, talora difficili da individuare, scendendo per far ciò a bassa quota, dando così prova di ardimento e sprezzo del pericolo. Con l'apparecchio colpito in parti vitali dall'artiglieria nemica non desisteva dal suo arduo compito, esempio di cosciente valore. Vigile ed attento alla sua arma, fu sicura difesa e costante incitamento all'equipaggio da lui guidato. – Cielo del Carso, Trentino, Piave, agosto-settembre 1918.

×

RIBELLE LAGHINI

Tenente del 2° Rggimento artiglieria campagna, osservatore dapprima presso la 48^ Squadriglia poi alla 57^ Squadriglia. Medaglia d'Argento al Valor Militare: Osservatore dall'aeroplano, nello sprezzo del pericolo, nel l'incuria delle offese nemiche nell'affrontare difficoltà ed avversità, sempre fu additato come solendido esempio e tenuto in alta considerazione tra i preziosi elementi della ri ognizione: animo ardente del più eletto amor patrio chiese ed insistè di tornare alla battaglia durante i giorni più gravi per gli avvenimenti della nostra Patria e, ancora una volta, diede prova luminosa del suo valore, coronando il lungo lavoro di guerra con brillanti serie di ricognizioni strategiche di altissima importanza. – Cielo del Cadore, Grappa e Piave, ottobre 1917-ottobre 1918. Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

×

FLAMINIO AVET

Nato a Bendejun il 3 agosto 1890 Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

×

RENATO GIAMPIETRO

Soldato pilota della 4^ Farman è assegnato al reparto verso la fine del 1915 sul campo della Comina. Il 20 gennaio viene trasferito a Cavazzo Carnico. Promosso Sottotenente nell'aprile del 1917 è con la 257^ Squadriglia Idrovolanti di Brindisi. Nel giugno va a Valona con velivoli FBA. Muore il 17 settembre all'ospedale di Brindisi per la spagnola. Decorato con Medaglia d'Argento al Valor Militare: Eccezionale pilota d'idrovolante, eseguiva numerose ricognizioni e bombardamenti su base e territorio nemico, internandosi talvolta a notevole distanza entro terra; eseguiva numerosi voli di caccia antisommergibile e scorta con apparecchio da caccia. In ogni occasione spiegò sempre alto spirito offensivo, freddo ardimento, resistenza a tutta prova, riuscendo sempre di utilissimo esempio per le sue ottime qualità di aviatore e di militare. – Basso Adriatico, maggio-dicembre 1917.

×

AMEDEO POLLEDRI

Nato a Parigi nel 1890 da genitori originari di Groppallo, in provincia di Piacenza. Allo scoppio delle ostilità viene chiamato alle armi e destinato al 74° Reggimento di Fanteria. Passa poi al reparto fucilieri motociclisti di Torino. Nel 1916 entra in aviazione e il 5 aprile consegue il brevetto di pilota militare a Cameri. Effettua i passaggi sul G.3, sul Nieuport 80 e sul SAML. Promosso sergente diventa pilota collaudatore all'aeroporto di Taliedo. L'8 ottobre 1918 cade durante un volo di prova con un Hanriot Hd.1 a causa della rottura dell'ala.




×

ALFREDO SOZZINI

Sergente maggiore pilota nato a Cannes. Decorato con Medaglia d'Argento al Valor Militare: Arditissimo ed instancabile pilota da caccia, compì numerosissimi voli di guerra, sostenendo combattimenti con agguerrito ed audacissimo slancio. Nel cielo di Belluno il 3 maggio, in servizio di scorta, con aggressività ingaggiava combattimento con tre apparecchi nemici da caccia, e coll'apparecchio colpito dal fuoco avversario in parti vitali, persisteva tenacemente nella lotta, evitando l'attacco all'apparecchio da ricognizione. A 200 metri da terra, a 30 km in terretorio nemico, egli rientrava nelle linee con sereno sprezzo della vita, da alto senso del dovere sorretto, tra l'infuriare del fuoco avversario. Cielo del Grappa-Cielo di Belluno, ottobre 1917 maggio 1918. Medaglia di Bronzo al Valor Militare.

×

RAFFAELE CAPO

Sergente pilota da Buenos Aires (Repubblica Argentina), esordisce con la 48^ Squadriglia, transita poi alla 83^ e poi alla 74^ Squadriglia Caccia. N. 47972 matricola. Medaglia di Bronzo al Valor Militare: Volontario pilota aviatore, fin dall'inizio della guerra, fu mirabile esempio di ardimento e di fermezza. Prima cogli apparecchi da ricognizione, poi cogli apparecchi da caccia, compì difficili voli di guerra. Nei combattimenti aerei ebbe sempre il sopravvento sull'avversario. Nell'offensiva dell'agosto 1918 sul Tonale, nonostante le difficoltà delle zone alpine e l'intenso fuoco nemico, mitragliò più volte ed arditamente a bassissima quota truppe e baraccamenti nemici. – Cielo del Cadore, aprile-luglio 1916-Cielo del Basso Piave, gennaio-marzo-Cielo del Trentino, aprile-ottobre Val Vermiglio-Val di Pejo, 13-14 agosto 1918.

×